Una Stagione di mietitura

paolo-malerba

A pochi mesi di distanza della dipartita del pastore Remo Cristallo Remo, in data 13 maggio 2017, anche il pastore Paolo Malerba dopo alcuni mesi di infermità è stato raccolto nella casa del Padre celeste. Le chiese evangeliche delle provincie  di Napoli e Caserta hanno così perso in questa stagione due figure ministeriali importanti che hanno caratterizzato la vita spirituale ed ecclesiastica negli ultimi decenni in Campania.

La figura ministeriale del pastore Paolo Malerba emerge nell’ondata di rinnovamento spirituale che ha caratterizzato l’area della città di Napoli negli anni post-terremoto 1980. La sua chiamata all’evangelo e la sua veloce crescita ministeriale sono tipici dei movimenti di “Revival” che hanno segnato la storia dei risvegli nelle aree metropolitane. La sua chiamata in quegli anni è stata quella di un solitario “evangelista”, servo di Dio toccato dal fuoco dello Spirito Santo pervaso dall’insaziabile desiderio di condividere il Vangelo con le persone che incontrava. La gente si sentiva attratta dal suo parlare di “Gesù”, i segni prodigiosi delle liberazioni e guarigioni che lo accompagnavano produssero in poco tempo la conversione di tante persone nei campi dei terremotati nel quartiere Gianturco di Napoli. Gli stessi frutti venivano raccolti in altre zone di Napoli e nell’area di Castelvolturno (CE). Dopo un brevissimo percorso di discepolato in compagnia di qualche  pastore più anziano nel ministerio, per la sua attività evangelistica nascono le chiese della Cittadella (NA) e del Villaggio Coppola (CE).

Il pastore Paolo Malerba non si è mai considerato uomo delle istituzioni ecclesiastiche, il suo carattere schivo e generoso lo portava a stare insieme ai suoi conservi senza voler emergere con un ruolo proprio. Paolo Malerba ha più volte testimoniato di essersi trovato a fare il conduttore di chiese più per necessità divina che per convinzione pastorale, nondimeno ha occupato cariche di riferimento in diversi organi evangelici locali e nazionali. È stato Consigliere onorario della Federazione delle Chiese Pentecostali sin dalla sua fondazione. Membro del Consiglio Direttivo di AMEN ong (Agenzia Missionaria Evangelo per le Nazioni), pastore di riferimento nella Comunione pastorale delle chiese in Campania.

Lo ricordiamo per la sua compostezza umana, per la delicatezza con la quale trasmetteva il vangelo, per il suo cuore amorevole e compassionevole che lo ha reso un “padre”  per tanti figli spirituali. Le chiese di Napoli ricorderanno il pastore Paolo Malerba in quel numero di santi servitori di Dio che si sono distinti per la  loro fedeltà a Colui che li ha chiamati e, per questo,  le loro opere “parlano ancora”.

Il movimento e le chiese Nuova Pentecoste sono vicine alla famiglia tutta e alle comunità curate dal pastore Paolo con un cristiano sentimento di cordoglio unito alla più sentita preghiera affinché il Consolatore intervenga in questo momento di grande dolore.

Michele Passaretti