Un mio ricordo personale del pastore Umberto Cacciapuoti (past. Michele Passaretti)

umberto_caccapuoti_2

Il pastore Umberto ci ha lasciato. È andato via silenziosamente come era suo solito fare. La sua vita e il suo servizio ha attraversato la storia del Vangelo nell’agro aversano vivendo tutte le stagioni e partecipando nelle prime linee, al fianco di uomini di Dio, allo sviluppo di chiese e movimenti che oggi rappresentano il movimento evangelico nella provincia sud di Caserta. Il suo posto non è mai stato nella plancia di comando, piuttosto come il macchinista di una nave che spinge la propulsione della navigazione. Il pastore Cacciapuoti ha cercato sempre il posto più in ombra, lontano dai circuiti di popolarità pastorale e di competizioni ministeriali. Molti non hanno capito la sua visione dell’unità della chiesa, il superamento di confini denominazionali per il bene spirituale del territorio che era la sua chiesa. Soltanto alla fine degli anni novanta coronò una lunga storia di amicizia con il pastore Remo Cristallo, chiedendo di aderire con tutta la sua famiglia alla Chiesa Nuova Pentecoste dove ha servito fino al giorno della sua morte. A partire da allora la sua collaborazione pastorale è stato un valore aggiunto alle attività della Chiesa. Le missioni che lo hanno conosciuto più da vicino lo hanno amato per la sua semplicità e solidità.

umberto_caccapuoti_1

Almeno 40 anni di servizio e di ministero dedicato al Signore e alla sua chiesa con una passione e una pietà esemplare. Un servo che ha imitato il suo Maestro in umiltà e mansuetudine, che sapeva ispirare come un buon padre, serenità e coraggio non solo ai credenti, ma anche a noi servitori più giovani. Per questo motivo oggi lascia un vuoto grande nei nostri cuori. Umberto è stato pastore con me nella Missione di Napoli Capodichino fino a qualche anno fa. Quando il Pastore Remo gli chiese di affiancarmi nella cura delle anime di quella Chiesa, lo percepii come un dono divino, fui profondamente onorato e benedetto dal Signore. Mi sembrava di aver ritrovato un anziano servitore di Dio che morendo lasciò un grande vuoto al mio fianco, il fratello Antonio Regina. Umberto aveva tantissime caratteristiche simili ad Antonio, mi sembravano usciti dallo stesso impasto divino e vivificati dello stesso spirito. Due santi uomini di Dio, paterni e consacrati. Purtroppo in questi anni questo senso di vuoto si sta ripetendo frequentemente, soltanto Dio ci potrà consolare.

umberto_caccapuoti_4

Rivolgo a nome di tutto il Movimento delle Chiese Nuova Pentecoste, pastori, chiese e fedeli il nostro sostegno alla famiglia del pastore, alla sorella Emilia e tutti i cari figli e le loro famiglie. Comprendiamo il loro dolore amplificato dal fatto di aver perso il caro Umberto nel mezzo di questa pandemia, dopo averlo consegnato nelle mani della sanità pubblica senza averlo potuto assistere nelle ultime ore della sua vita. È una sofferenza aggiunta. Ma il nostro Dio che ha raccolto in Gloria il suo servo, fortificherà i loro cuori e li custodirà nella sua grazia.  Caro pastore “Bertuccio”, ci rivedremo in cielo.

Pastore Michele Passaretti