Come fermare la mano di Caino?

come-caino-web

In uno dei luoghi di ritrovo della città di Aversa (CE), nella notte di domenica 7 aprile, una lite per futili motivi ha lasciato l’ennesima ferita di dolore e sgomento su un territorio già profondamente martoriato. Un diciassettenne aggredisce a coltellate un gruppo di coetanei, uccidendone uno e ferendone altri quattro. Sulla dinamica dell’accaduto sono in corso le indagini degli inquirenti. Come genitore avverto la sofferenza di quei genitori che hanno visto uscire i figli per una passeggiata con gli amici e sono stati poi raggiunti da funesti notizie. Paralizza solo il pensiero che possa accadere a chiunque di noi.

Oltre  il fatto di cronaca, occorre alzare il velo sulle ultime generazioni, sui principi che abbiamo trasferiti e sull’impegno dedicato alla loro educazione. Credo sia opportuno interrogarci non su quello che sta accadendo, ma su quanto stiamo facendo affinché non accada. Come genitori, responsabili di comunità, alla ricerca dei mezzi per non far mancar loro nulla, coinvolti in molteplici progetti di edificazione spirituale, chiediamoci se forse stiamo dedicando ai nostri figli un po’ di tempo per ascoltarli, aiutarli a superare i loro disagi o paure. Mi guardo attorno, noto tristemente un diffuso abbandono ai mezzi tecnologici o un consentito vagare nella notte fuori casa e per locali.

Inoltre, come spiegare il coltello che spunta sempre? Il giorno prima un uomo aveva impugnato il coltello contro l’ex convivente alla quale doveva 8000 euro, senza esitare a eliminare la figlia testimone. Il giorno successivo coltelli volano fuori lo stadio a Roma tra fazioni di tifosi, figli tutti della stessa terra. Quanta è lontana, ma pur vicina e attuale, la mano di Caino che si leva contro Abele! Perché la violenza è così pronta ad esplodere? Non fa notizia il porgere l’altra guancia? Abbiamo mica insegnato ai nostri figli che è da vili lasciarsi offendere e che non occorre mai ignorare il torto subito? Il Vangelo non dice così!

Pastore Elpidio Pezzella

Lascia una risposta